DJI Inspire 2, caratteristiche del drone che vola a 108 km/h e filma a 5.2K

DJI Inspire 2

Prestazioni di volo incredibili per il nuovo drone DJI Inspire 2 con qualità cinematografica delle riprese video.

Se con il nuovo Phantom 4 PRO ha avvicinato l’Inspire 1, con l’Inspire 2  la DJI ha superato se stessa.

Nato nel 2014, l’ Inspire 1 è stato il primo drone cinematografico al mondo ad integrare un sistema di trasmissione video HD, con gimbal stabilizzato sui 3 assi in grado di ruotare a 360° una fotocamera a 4K.

Significativa anche la semplicità del controllo grazie all’ App DJI GO 4.01.

I successivi lanci dei gimbal camera Zenmuse X5 e X5S hanno confermato l’ Inspire come uno strumento fondamentale per i registi di tutto il mondo.

Il nuovo drone DJI prende tutto il buono del predecessore e lo migliora.

I nuovi processori di immagine possono registrare ad una risoluzione massima di 5.2k in CinemaDNG RAW, Apple ProRes e altro. L’inspire 2 accelera da  0 a 80 km/h in soli 4 secondi e arriva ad una velocità massima di 108km/h.

Può scendere in verticale ad una velocità di 4 m/s, (9 m/s in Tilt) caratteristiche che lo rendono incredibilmente veloce ed agile per un drone di queste dimensioni.

I miglioramenti

Il nuovo drone DJI prende tutto il buono del predecessore e lo migliora.

I nuovi processori di immagine possono registrare ad una risoluzione massima di 5.2k in CinemaDNG RAW, Apple ProRes e altro.

L’inspire 2 accelera da  0 a 80 km/h in soli 4 secondi e arriva ad una velocità massima di 108km/h.

Può scendere in verticale ad una velocità di 4 m/s, (9 m/s in Tilt) caratteristiche che lo rendono incredibilmente veloce ed agile per un drone di queste dimensioni.

DJI Inspire 2

L’innovativo hardware

L’ alimentazione a doppia batteria assicura un  tempo di volo che può arrivare a 27 minuti (con installato il gimbal X4S ).

C’è anche un sistema di auto-riscaldamento che permette di volare senza problemi a basse temperature.

Anche sull’ Inspire 2 è stato introdotto l’evitamento degli ostacoli, grazie ai sensori frontali ( ottici ) e verticali ( infrarossi ) che consentono l’evitamento ostacoli in due direzioni.

Inoltre, sotto la pancia sono installati i sensori per il posizionamento ottico in interni con aggiunta la nuova funzione di riconoscimento del terreno in esterno e protection landing, già vista sul Mavic.

Nuove anche alcune modalità di volo come la Spotlight Pro ( simile alla Spotlight del Mavic ) che permette anche solo al pilota di creare complesse riprese automatiche, una sorta di operatore camera virtuale.

Aggiornato anche il radiocomando con sistema trasmissivo a doppia banda ( 2.4 GHz – 5.8 GHz ) che alimenta anche lo streaming video a 1080p sulla DJI GO 4.01, trasmettendo contemporanamente le immagini provenienti dal camera gimbal Zenmuse e quelle provenienti da una telecamera fissa FPV.

Novità

Nuove anche alcune modalità di volo come la Spotlight Pro ( simile alla Spotlight del Mavic ) che permette anche solo al pilota di creare complesse riprese automatiche, una sorta di operatore camera virtuale.

Aggiornato anche il radiocomando con sistema trasmissivo a doppia banda ( 2.4 GHz – 5.8 GHz ) che alimenta anche lo streaming video a 1080p sulla DJI GO 4.01, trasmettendo contemporanamente le immagini provenienti dal camera gimbal Zenmuse e quelle provenienti da una telecamera fissa FPV.

Un Film girato interamente con un DJI Inspire 2

La DJI leader nella progettazione di droni professionali ha commissionato la realizzazione di un film interamente girato con un Inspire 2 per mostrare i sorprendenti risultati delle riprese video di altissima qualità e l’altrettanto eccezzionale versatilità di questo drone professionale.
( fonte DJI )